Arredamento, la nuova frontiera è la domotica

arredamento nuova frontiera

I dispositivi connessi e smart entrano in casa e rivoluzionano le pratiche di arredamento: dalle lampadine intelligenti di Ikea alle placche personalizzate di Ave, oggi gli interni si decorano all’insegna della tecnologia e del risparmio.

Smartphone e tablet sono sempre più gli strumenti di un futuro assolutamente prossimo, in cui le operazioni quotidiane legate all’illuminazione domestica e all’arredamento stesso saranno all’insegna della tecnologia. Già oggi, infatti, i dispositivi più moderni consentono di centralizzare funzioni come lo spegnimento immediato di tutte le luci, o di regolarle in base all’ora e alla presenza di persone nell’ambiente, o di azionare le varie macchine al momento opportuno, il tutto in nome della semplicità e del risparmio energetico.

Le nuove lampadine Ikea

Anche le grandi aziende si stanno adeguando a questa rivoluzione, come testimonia la scelta di Ikea: il gigante delle vendite per l’arredamento di casa lancerà in estate una serie di nuove lampadine che possono essere manovrate attraverso i comandi vocali. La linea si chiamerà Trådfri e funzionerà con sistemi come Amazon Alexa, Google Assistant, Apple Siri e HomeKit, ma anche più “semplicemente” con i dispositivi in remoto.

Xiaomi pensa ai condizionatori

Il concetto di illuminazione intelligente trova quindi un nuovo attore sul mercato globale, proseguendo un trend che ormai è inarrestabile e che interessa in pratica tutta la casa. Basta fare l’esempio di Xiaomi, società cinese specializzata in tecnologia, che ha realizzato un accessorio specifico per i condizionati, chiamato Smart Home Air Conditioner Partner, che è sia un ricevitore (infrarossi, connettività WiFi e gateway) che interagisce con il condizionatore di casa, sia un rilevatore di temperatura che attiva la macchina quando fa troppo caldo, riducendo gli sprechi.

Soluzioni per il risparmio energetico

Un obiettivo, la riduzione degli sprechi di energia, che rappresenta uno dei motivi cardine dello sviluppo delle smart home: oltre ai dispositivi citati, possiamo ricordare anche un’altra componente già ben approfondita in un nostro recente articolo, ovvero l’interruttore crepuscolare, che attiva in modo automatico un circuito di illuminazione in base ai movimenti del sole. Per avere una panoramica completa delle ultime novità del settore, consigliamo la lettura del blog di Punto Luce, dedicato proprio alle tematiche dell’illuminazione a 360 gradi.

I sistemi tecnologici entrano in casa

Sempre più diffusi anche i sistemi che utilizzano rilevatori infrarossi di movimento e sensori di luminosità sparsi, che consentono un concreto risparmio sulla bolletta perché accendono le luci in autonomia quando rilevano la presenza di persone, ma soprattutto valutano di volta in volta la necessità di accensione, che scatta in pratica solo in caso di scarsa illuminazione naturale, evitando gli eventuali sprechi diurni.

Nuove possibilità per l’home decor

Anche l’arredamento sta trovando nuova linfa grazie alla digitalizzazione dei processi: l’ultimo caso interessante è quello di Ave, azienda italiana tra le leader del mercato, che ha dedicato una sezione del proprio sito online alla personalizzazione delle placche e degli impianti elettrici domestici, da configurare grazie a un software online di immediata comprensione.

Personalizzare i dettagli

Per la precisione, il sistema di configurazione rende ancora più esclusive le placche Vera Touch, in cristallo, e le innovative Young Touch, in tecnopolimero di alta qualità, permettendo al cliente di scegliere la chiave per personalizzare questi prodotti con una nota estetica esclusiva. Tra le opzioni su cui è possibile intervenire ci sono il formato della placca, innanzitutto, ma anche le funzioni e le icone che poi troveranno spazio sulla superficie definitva dell’oggetto, ovviamente anche questa “tecnologica”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*